Fullapps Faq

  1. Perché appare la didascalia alpha sul logo Fullapps?
  2. Come si interroga Fullapps e quali sono i risultati?
  3. Quale criterio di ordinamento è stato scelto?
  4. E' possibile fare un raffinamento delle ricerche?
  5. Le ricerche di default sono in italiano o in inglese?
  6. Si possono scaricare o acquistare le apps su Fullapps?
  7. Con quale frequenza vengono aggiornati i dati?

api apps cosa cercare

1. Perché appare la didascalia alpha sul logo Fullapps?

Perché ormai quasi tutti i servizi web, anche a regime, mantengono la scritta di rilascio beta, mentre il nostro motore nasce solo adesso, e sarà indicizzato su google solo a partire dal mese di maggio. Prevediamo quindi almeno altri 2 mesi di miglioramento degli algoritmi, sebbene siano già stati testati su circa 20.000 query. Nello stesso periodo verrà rilasciata la versione App (iTunes) di Fullapps, e verranno indicizzate anche le apps del market win mobile.

2. Come si interroga Fullapps e quali sono i risultati?

Fullaps si può usare come un tradizionale motore di ricerca, ossia scrivendo la frase di ricerca nell'apposito spazio query e premendo su Invio o cliccando sulla "lente" a destra. I risultati che appaiono sono quelli relativi alle Mobile Apps disponibili (attualmente dei due principali market: Android e iTunes, ossia Iphone + Ipad).

3. Quale criterio di ordinamento è stato scelto?

Il criterio è fondamentalmente quello della congruenza semantica delle apps rispetto alla query, dove un'app viene vista come una costellazione di proprietà che la caratterizzano, quindi non solo quelle deducibili dal suo nome, ma dall’insieme delle informazioni rintracciabili sui marketplace originari e sui siti esterni. Oltre alla congruenza semantica si privilegia la popolarità di quella data app e il rating esposto sul marketplace originario. Si tenga presente che, specialmente per il mercato italiano, le apps sono attualmente meno di 100.000, quindi non possiedono la copertura che hanno le pagine web. Questo limite ha come effetto collaterale che, dopo una certa soglia, emergono risultati "rumorosi". Nelle prossime release cercheremo di visualizzare la soglia candidata, sotto la quale i risultati di una certa query hanno meno significato. Si potrebbe aprire anche una discussione tra reputation e popularity nei risultati delle ricerche, ... in effetti una delle forze dell’algoritmo di Google è stata proprio quella di stimare bene la reputazione di un sito, cosa che google play ha difficoltà a fare, perché il mercato delle apps non è ancora pronto per dare risposte ben definite a questi due aspetti. Le apps in italiano spesso non sono né popolari né hanno una grande reputazione, per cui affidarsi alla consistenza semantica sulle funzionalità dell’app è l’approccio probabilmente premiante.

4. E' possibile fare un raffinamento delle ricerche?

Si, esistono dei pulsanti con cui è possibile condizionare un’interrogazione. A destra dello spazio query cliccare il link della "ricerca avanzata" che apre un pannello con diverse condizioni: 4 tipi Ordinamento, 4 quantità di risultati per pagina, 2 tipologie di ricerca: quella base per applicazione, e quella per editore/sviluppatore che visualizza tutte le apps di un certo editore/sviluppatore. Sotto queste tre select sono visualizzate la lista delle categorie con cui è possibile raffinare le ricerche. Il tutto è condizionato alla lingua (eng/ita , link a sinistra dello spazio query) e ai marketplace (i loghi subito sopra lo spazio query). Magari è un po' articolata, ma le sue funzioni sono utili per utenti esigenti e a livello API (link) per i servizi B2B.

5. Le ricerche di default sono in italiano o in inglese?

Di default Il motore ricerca le apps in italiano, però è in grado di interpretare se una query è scritta in italiano o in inglese. Per essere più precisi, confronta i risultati della query lanciata in italiano con l’equivalente in inglese, e sceglie di restituire i risultati rispetto a un’interrogazione in inglese, se in italiano sono troppo pochi e di troppo scarsa rilevanza. Altrimenti li restituisce in italiano. In definitiva, l’orientamento è quello di dare il più possibile risultati in italiano ai primi posti, ma che il fattore 10 a 1 della quantità di apps disponibile in inglese, rispetto alla nostra lingua, si fa ovviamente sentire.

6. Si possono scaricare o acquistare le apps su Fullapps?

No, non si possono comprare. Nella pagina di dettaglio informativo, Fullapps ha tre link di rimando al marketplace di riferimento da cui scaricare o comprare la apps: sul titolo app in alto a sinistra, sull’icona accanto al titolo app e sulla scritta su sfondo nero che segna il prezzo dell’app (opp la gratuità). Se si naviga su Fullapps da dispositivo mobile, si giunge direttamente al marketplace di download/installazione. Mentre se si naviga su dispositivo non mobile e si ha a disposizione uno smartphone/tablet, è possibile leggere direttamente con quest’ultimo (o meglio, per mezzo di un’app dedicata: noi ne consigliamo una per ogni market) il QR code al centro destra della schermata, per accedere direttamente al marketplace dallo smartphone/tablet.

7. Con quale frequenza vengono aggiornati i dati?

Attualmente ogni due-tre settimane circa. A regime prevediamo di fare almeno un aggiornamento la settimana.